Unirsi ai BRICS, il piano segreto della Germania?

0

Gli scandali provocati dallo spionaggio da parte dell’Agenzia per la Sicurezza Nazionale degli USA (NSA) in Germania, possono rispondere al tentativo di portare alla luce prove che dimostrerebbero la cooperazione di Berlino con Mosca, il cui fine sarebbe allontanarsi dal dollaro, secondo l’economista Jim Willie.

putin merkel

“Credo che stiano tentando di scoprire dettagli su un presunto piano segreto della Germania per allontanarsi dal dollaro e unirsi ai BRICS (il blocco di Paesi formato da Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa)”, ha affermato l’economista, in un’intervista per il portale ‘USA Watchdog’. A suo parere, sempre più Paesi tentano di voltare le spalle al dollaro.

Le politiche economiche di Washington non attraggono più gli investitori, sostiene Willie. La domanda per i buoni del Tesoro cala, mentre l’economia statunitense è molto lontana dal recupero. Inoltre, se si prende in considerazione l’inflazione, la recessione reale avrà raggiunto un valore pari al 6/7%.

Un’altra causa è la politica estera della Casa Bianca. “Gli USA dicono all’Europa: prendi parte alla nostra guerra contro la Russia, unisciti alle nostre sanzioni antirusse, alle guerre e conflitti permanenti, all’isolamento e alla distruzione della tua economia (…). Questo è un gioco bellico, e l’Europa è stanca dei giochi bellici degli USA. La difesa del dollaro si è convertita in una guerra contro il commercio” commenta l’esperto.

In quanto alla Germania, al giorno d’oggi circa 3.000 imprese del Paese hanno verso la Russia forti vincoli commerciali. Sanzioni più severe contro Mosca, quindi proprio ciò che chiede Washington in relazione al conflitto ucraino, potrebbero mettere in pericolo almeno 25.000 posti di lavoro, secondo i dati del Comitato Orientale dell’Economia della Germania.

Un ulteriore dettaglio: le imprese statunitensi non si mostrano disposte a rifiutare affari vantaggiosi.

“Possiamo notare che le stesse compagnie energetiche statunitensi ignorano le sanzioni, ma nonostante questo perseguitiamo le banche francesi che fanno esattamente la stessa cosa. È una pazzia”, conclude Willie.

Traduzione di Ambra Burroni

Fonte: RT

Invia un Commento


*