Addio a “Stato e Potenza”, si procede oltre

0

10325187_713707708688402_4950500371221003247_n

A seguito dell’ultima assemblea del Direttivo Politico del movimento “Stato e Potenza”, svoltasi il 28 luglio 2014 a Cavriago (Reggio Emilia), i quadri, nella loro interezza, hanno assunto all’unanimità le seguenti inderogabili decisioni:

1) L’intera struttura del movimento “Stato e Potenza” viene sciolta e qualsiasi attività sotto la sua sigla e dicitura è da considerarsi conclusa in data 27 luglio 2014;

a) Dopo tre anni di intensa attività politica, cominciata con i comitati spontanei in difesa dei popoli libico e siriano dalle aggressioni NATO e conclusasi con la recente partecipazione di una nostra delegazione alla manifestazione per la Palestina del 26 luglio scorso a Milano, riteniamo conclusa la prima fase di un progetto politico;

b) In questi tre anni molto è stato fatto, numerose iniziative hanno consentito al nostro gruppo di affacciarsi sullo scenario politico nazionale, riscontrando anche un discreto successo, ma la fisiologica assenza iniziale di un serio radicamento sul territorio italiano non ci ha permesso nel breve termine di trattare con la dovuta concretezza i temi della politica interna, specialmente per quanto riguarda il lavoro, l’economia e le politiche sociali;

c) Il progressivo avvicinamento a realtà politiche e sociali già consolidate nei rispettivi territori locali di appartenenza ci ha permesso di allargare i nostri orizzonti organizzativi e logistici, prospettandoci la forte possibilità di dare vita, in maniera condivisa, ad una realtà più vasta.

 

2) Il Direttivo Politico ha per tanto dato vita ad un nuovo movimento che assume la denominazione di “Socialismo Patriottico”;

a) “Socialismo Patriottico” intende farsi organo di coordinamento tra tutte le realtà politiche locali sin’ora coinvolte nel progetto, al fine di unificarle attraverso un percorso costituente;

b) “Socialismo Patriottico” non costituisce ancora un partito politico e ricercherà il dialogo con qualunque forza ne condivida e/o comprenda manifesto politico e programma;

c) “Socialismo Patriottico” è il soggetto costituente sul quale si intende rifondare il movimento delle classi lavoratrici in Italia e un vero partito socialista italiano.

 

3) Il Direttivo Politico ha infine approvato all’unanimità la scelta di avvalersi di tutte le misure legali necessarie ai fini della tutela della propria immagine, del proprio nome e della propria onorabilità da qualsiasi tentativo di diffamazione a mezzo pubblico.

 

 

Cavriago, lì 29/7/2014

 

 

In fede,

 

 

Stefano Bonilauri

Presidente del Direttivo Politico

 

Invia un Commento


*