Pubblicato il: 23 febbraio, 2013

Suleiman Kahani all’IRIB

Hariri ucciso perchè patto elettorale voluto da lui tra sunniti e sciiti faceva paura a Israele” (AUDIO)

TEHERAN (IRIB) – “Hariri in passato aveva avuto le posizioni anti-siriane però via via lui ha modificato queste sue posizioni e si diceva che stesse per concludere una genere di accordo che scontentava i suoi vecchi alleati filo-israeliani. Quindi I suoi vecchi sponsor filo-israeliani hanno dato l’allarme al loro padrone. E questo si sia attivato inviando drone che ha posto fine alla vita di Rafik Hariri. Uno stretto collabore dell’ex-premier libanese, Mustafa Nasser ha affermato in una sua recente intervista che Hariri aveva in mente una inedita coalizione elettorale che avrebbe unito il suo partito sunnito Al-Mustaqbal (Movimento Futuro), con gli Sciiti di Hezbollah ed Amal e il PSP di Jumblatt. Quindi l’idea, in un paese come libano, di avere una coalizione elettorale così forte che collasse il divario sciita e sunnita faceva molta paura alle potenze imperialiste”.
Queste le parole di Suleiman Kahan, giornalista indipendente, il redattore di Stato e Potenza e il curatore di Palestina Felix in un’intervista telefonica a Radio Italia IRIB sulle ultime rivelazioni sull’omicidio Rafik Hariri.   E’ disponibile attraverso il link sottostante l’audio integrale dell’intervista.




Suleiman Kahani all’IRIB