Pubblicato il: 23 febbraio, 2013

Suleiman Kahani all’IRIB

Hariri ucciso perchè patto elettorale voluto da lui tra sunniti e sciiti faceva paura a Israele” (AUDIO)

TEHERAN (IRIB) – “Hariri in passato aveva avuto le posizioni anti-siriane però via via lui ha modificato queste sue posizioni e si diceva che stesse per concludere una genere di accordo che scontentava i suoi vecchi alleati filo-israeliani. Quindi I suoi vecchi sponsor filo-israeliani hanno dato l’allarme al loro padrone. E questo si sia attivato inviando drone che ha posto fine alla vita di Rafik Hariri. Uno stretto collabore dell’ex-premier libanese, Mustafa Nasser ha affermato in una sua recente intervista che Hariri aveva in mente una inedita coalizione elettorale che avrebbe unito il suo partito sunnito Al-Mustaqbal (Movimento Futuro), con gli Sciiti di Hezbollah ed Amal e il PSP di Jumblatt. Quindi l’idea, in un paese come libano, di avere una coalizione elettorale così forte che collasse il divario sciita e sunnita faceva molta paura alle potenze imperialiste”.
Queste le parole di Suleiman Kahan, giornalista indipendente, il redattore di Stato e Potenza e il curatore di Palestina Felix in un’intervista telefonica a Radio Italia IRIB sulle ultime rivelazioni sull’omicidio Rafik Hariri.   E’ disponibile attraverso il link sottostante l’audio integrale dell’intervista.


Collaborazioni

Unione della Gioventù della Repubblica di Bielorussia

Partito Alianţa Socialistă

Radio IRIB Italia

Türkiye Gençlik Birliği

Partido del Trabajo

Српске радикалне странке

Partito Social-Nazionale Siriano



Suleiman Kahani all’IRIB